Archivio per terremoto marsciano

Terremoto nel marscianese: 12 giorni dopo

Posted in Arroganza, Comunicato, Orgoglio comunista, rabbia comunista, storia rpmn, Uncategorized with tags , , , , , , , , on 27 dicembre, 2009 by rpmn

Il fuoco degli sfollati di San Biagio (fonte foto)

A 12 giorni dal terremoto nel marscianese sono pressoché terminati i sopralluoghi. I dati parlano di 221 edifici inagibili (ripartiti tra le frazioni di  Spina, San Biagio, Castiglione della Valle, Pieve Caina, Sant’Apollinare, Mercatello e Villanova) e 350 le persone  sfollate.

Domenica scorsa Bertolaso, in presenza di una cerata e imbellettata Lorenzetti (pronta a lanciare la sua candidatura per il terzo mandato in Regione), ha riconosciuto lo stato di emergenza per il territorio.

Gli sfollati che ancora non hanno trovato un’abitazione sono stati radunati tutti nei locali della proloco di San Biagio, per ottimizzare ed economizzare gli interventi.

Per quanto riguarda gli edifici scolastici, mentre la Scuola Materna di Castiglione della Valle, Papiano e Schiavo saranno riaperte dopo le feste natalizie, si stanno cercando soluzioni alternative per le scuole elementari e medie di Spina e San Biagio, più duramente lesionate e non recuperabili in tempi brevi.

Si deve sottolineare lo spirito di solidarietà sociale e la voglia di ritornare presto ad una situazione di normalità nella popolazione delle frazioni colpite. Degna di nota è l’attività del comitato cittadino per il terremotati, autocostituito dai cittadini della frazione di San Biagio, che ha svolto un’incisiva attività a supporto dei cittadini nell’assistenza alle esigenze grandi e spicciole, dalla redazione delle pratiche amministrative, alla ricerca di alloggi temporanei per gli sfollati ecc.

Ma non ci sono solo lati positivi da evidenziare.

Ci sono da segnalare casi in cui Continua a leggere

Annunci

Aggiornamenti sul terremoto nella RPMN e capoluogo ladrone Marsciano

Posted in Comunicato, Orgoglio comunista, tristezza, Uncategorized with tags , , , , , , , , , , , on 17 dicembre, 2009 by rpmn

il borgo di Spina. Fonte foto ilTamTam

Danni consistenti a seguito del terremoto del 15/12/2009 con epicentro nel villaggio di Pieve Caina. I villaggi che hanno subito i danni maggiori da questo sisma anomalo sono principalmente Spina, San Biagio della Valle, Sant’Apollinare, Pieve Caina e Castiglione della Valle (elencati per gravità dei danni subiti). La bella sgrullata di 4.2 Richter è stata seguita da scosse di assestamento di circa 2 gradi. Secondo gli esperti, ancora sorpresi dell’accaduto in una zona considerata asismica, pensano che i movimenti ballerini cesseranno entro 2-3 settimana.

Il borgo di Spina è stato pesantemente lesionato, e ne è stata disposta l’evacuzione precauzionale in questi due giorni; così pure per i borghi di San Biagio e Sant’Apollinare. 500 le persone sfollate, di cui fortunatamente gran parte è stata accolta presso parenti. Circa una 50 i meno fortunati che sono stati fatti alloggiare nei centri di ricovero allestiti al Kiko di Spina e al Frago Pub di San Biagio della Valle.

Oltre ai danni alle abitazioni (su 78 controlli per ora 20 sono state considerate inagibili), vanno registrati danni a strutture pubbliche e ricreative. Inagibili la scuola elementare e materna di Spina, la scuola elementare di San Biagio e la materna di Castiglione, che insieme alle scuole elementari di Papiano e Schiavo non riapriranno domani a differenza delle altre del comprensorio.

Risultano inoltre danneggiati e inagibili il Circolo di San Biagio e il Circolo (alias il Faro) di Castiglione della Valle. Quest’ultimo era stato preso in considerazione come centro accoglienza, ma le lesioni riscontrate lo hanno fatto dichiarare inagibile.

Bene le autorità ed associazioni comunali, supportate a San Biagio della Valle dal Ministro dei popoli della RPMN (alias il Consigliere). Potevano invece francamente evitare la sfilata elettorale le personalità politiche regionali imbellettate e profumate accorse a Spina… ma la tornate delle regionali è troppo vicina per farsi scappare questa ghiotta opportunità.

Si sono mobilitate anche le Brigate di Solidarietà attiva del Partito Sociale, che a San Biagio stanno cercando una tenso struttura da adibire a Circolo ricreativo, in sostituzione dello stabile al momento non agibile. Grandi ragazzi! Dopo San Biagio in Tempera all’Aquila ora un altro San Biagio (non porterà un po sfiga sto santo!?).

Speriamo di sfangarla presto sta situazione.

Viva il Nord di Marsciano, Viva la RPMN!

*leggi il disclaimer nella colonna destra della home prima di lasciare commenti

15-12-2009 Il terremoto sgrulla la RPMN e il capoluogo ladrone Marsciano

Posted in comicità di bassa lega, goliardia comunista with tags , , , , , , , , , , , on 15 dicembre, 2009 by rpmn

14:15. Un terremoto di magnitudo 4.2 Richter, localizzato a Pieve Caina (già Gulag della Repubblica) precisamente alle coordinate Latitudine 43.006 Longitudine 12.276 (Fonte: Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia http://www.ingv.it/) ha sgrullato il sacro suolo della RPMN.

Ci piacerebbe dire che si trattava di un esperimento nucleare della Repubblica, ma purtroppo non è così.

Nei paesi prossimi all’epicentro, è stato avvertito uno potente scossone per 3-4 secondi simile ad un’esplosione, sulle prime confusa con un esperimento al carburo mal riuscito di Jugi. La prima affermazione del Soviet è stata: “Porca madò”. Immediata mobilitazione delle volanti rosse.

Non si rilevano per il momento danni a persone, solo qualche comignolo caduto e lievi danneggiamenti su tetti e mura delle abitazioni.

Aggiornamento ore 17:19 –  Si ha notizia di danni consistenti alle abitazioni del borgo di Spina e San Biagio della Valle, A  Castiglione della Valle numerose case danneggiate ed alcune inagibili compresa la scuola materna. Porca troia.

ore 18:00 – Borgo di Spina chiuso, la popolazione viene spostata per pernottare al palasport in abbandono, nonché ex-discoteca ex-Kiko a Spina. Sembra vogliano adibire a Centro ricovero anche il Faro di Castiglione… spero abbiano valutato bene le condizioni dell’edificio.

*leggi il disclaimer nella colonna destra della home prima di lasciare commenti