Berluscones… don’t worry, be happy

In questi giorni dispiace vedere tanti Berluscones preoccupati per nulla. Piccoli cefalopodi con gli occhi lucidi, arrabbiati a morte con il “traditore” Gianfranco Fini uno dei loro beniamini preferiti dopo il nano massone.

Come sotto gli effetti di un colpo di sole, quel buon vecchio rigurgito fascista di Gianfranco nell’ultima settimana ha iniziato a bestemmiare, parlando di legalità, processi decisionali democratici nel pdl, ecc. Per quanto riguarda l’immigrazione e diritti degli immigrati, pare addirittura diventato più a sinistra del piddi. Come se quell’abominio del diritto internazionale, meglio conosciuto come legge Bossi/Fini, neanche portasse il suo nome.

Sarà la peperonata di oggi a pranzo, ma il Soviet Supremo della RPMN un’idea se l’è fatta:

In realtà quest’insulsa orgia fra fascisti del pdl, e ora a quanto pare anche della lega dello storpio padano, sta mano a mano assumendo i connotati di un ben preciso piano politico con un unico scopo: Elezioni Anticipate.

Al biscione e congrega probabilmente paiono non bastare i restanti 3 anni di governo. Ne vuole altri 5 per avere completa mano libera alla conclusione (oramai in verità pressoché raggiunta) del piano di rinascita democratica.
Allo stato attuale vincerebbe sicuramente le elezioni con larga maggioranza. L’unico intoppo è che mancano ancora tre anni per il voto. Tre anni in cui la crisi picchierà ancora duro. L’esito di elezioni tra tre anni è senza certezze.

Serve dunque una scusa plausibile per andare al voto. Qui arriva il difficile, ma neanche troppo in un paese di idioti… “come fare ad andare ad elezioni pur avendo una solida maggioranza ed un’opposizione del pd che praticamente non esiste?” – avrà pensato il cavaliere – “ghe pensi mi… ora mi creo anche l’opposizione… Mara quando hai finito chiamami gianfranchino”.

A Fini è stato affidato il ruolo del Giuda. Destinato, alle prossime eventuali elezioni, a correre da solo, cercando di togliere ulteriori voti al pd mentre gioca a fare il progressista. La lega scritturata per quello del duro e puro alleato del nuovo pdl “epurato”, paladino di una riforma federalista nuovamente negata. Al morto “non morto” del pd è invece affidato il ruolo dello zombie che finirà spappolato.

Non abbiate dunque timore poveri piccoli idioti con diritto di voto. Vi direi sveglia… ma poi ripenso che siete Berluscones.

6 Risposte to “Berluscones… don’t worry, be happy”

  1. a questo non ci avevo pensato, ma anche tornare alle lezioni, senza fini in coalizione, potrebbe non essere questa passeggiata di salute. A silvio serve una maggioranza schiacciante, sennò sono dolori.

  2. e che forse anche un post fascista che non dorme da dodici anni abbia un rigurgito di dignità che gli consentirebbe di dormire tre ore consecutive?
    impossibile?
    non riesco a vedere utilità personale in quello che fa…
    dopodichè non che il tutto mi appassioni troppo!

  3. camicione Says:

    ciao freghi, buon 25 Aprile a tutti!!
    (scusate il ritardo)….
    quest`anno come lo avete celebrato?
    a me sarebbe piaciuto esserci, ma avevo ho già fatto una toccata e fuga in Italia due settimane fa (non ho fatto in tempo a passare in RPMN freghi, scusate!).

    ps: il Piano di Rinascita è già attuato con la stessa esistenza del Pd! uno dei punti principali voleva l`esistenza di due soli partiti moderati, ed è questo quello che abbiamo al momento (PD= propaganda due, PDL=propaganda due+lega).

    Fini è un postfascista, ma ha una cosa che manca ai berluscones; l`intelligenza. Mentre i berluscones sono meramente furbi e abili nell`arraffamento e mantenimento del potere, Fini ha cominciato a vedere la situazione sotto un`ottica storica. Vuole dissociarsi da questa epoca che nei libri di storia verrà segnata come la più reazionaria della storia repubblicana. Così come si dissociò dal fascismo ora prova a dissociarsi dal berlusconismo, o perlomeno a essere ricordato come il leader della forza-di-destra-democratica-europeista in un`Italia decadente.

  4. Personalmente quest’anno lho festeggiato lavorando tra briaconi, purtroppo.

    Il mancato passaggio nella RPMN ti rende colpevole di negligenza alla Rivoluzione. Sei condannato in contumacia ad un mese al Gulag di Pieve Caina. Ringrazia che non ti gettiamo nei laghetti merdeschi di Olmeto.

  5. camicione Says:

    freghi, aspetto un resoconto del 1 maggio a Marsciano….

    mio fratello mi ha detto che hanno fatto la sfilata dei trattori a Spina…. ma come è andata la manifestazione nel capoluogo ladrone?

    io purtroppo ho lavorato, qua non esiste festa dei lavoratori😦
    bastarde tradizioni inglesi!!!!!!!

  6. Scarna manifestazione.
    Nel capoluogo ladrone non ci siamo stati, ma ufficialmente le manifestazioni di Marsciano, Deruta e Collazzone erano tutte spostate a Spina.

    Nonostante questo e la presenza straordinaria della Gadiuscia, di gente ce n’era pochina, anche gli Spinaioli non erano in molti. C’è da capire che dopo le sfilate elettorali del post terremoto con la ex regina lorenzetti, non avessero un granché voglia di riascoltare le stesse solfe.

    L’unico evento degno di resoconto erano i banchettini di raccolta firme per il referendum contro la privatizzazione dell’acqua organizzati dal Comitato referendario e dal PRC di Marsciano.
    Ma di quelli la Gadiuscia, il Delfino e Ruspino non si sono neanche accorti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: