Regionali 2010: Puzza di accordo

Dopo quello che era sembrato un genuino ed ammirevole atto politico di Rifondazione, con l’annuncio,  in caso di mancate primarie di coalizione, di presentarsi separatamente dal piddi con  Goracci come candidato alla Presidenza della Regione, qualcosa sembra essere cambiato in questi ultimi giorni.

Un fetido puzzo di accordo con lo schieramento della Gadiuscia Marini sembra essersi alzato nell’aria. I toni pacati e quasi concilianti di Umbrialeft, sembrano infatti quasi annunciare questa infausta scelta.

Speriamo francamente di sbagliarci e di essere i soliti sospettosi. Ma in tal caso gli ideatori di questo suicidio politico (non per loro che la poltrona la rimedieranno) saranno messi al bando dai territori della Repubblica Popolare Marsciano Nord.

*leggi il disclaimer nella colonna destra della home prima di lasciare commenti

8 Risposte to “Regionali 2010: Puzza di accordo”

  1. mi accodo. Pur non avendo tessere politiche, ho sempre votato a sinistra. Ma se si fa mangiare dal partito democristiano, non so più cosa fare.

  2. federico santi Says:

    occorre precisazione del tutto sconveniente sul piano politica ma terribilmente necessaria e confidente del fatto che il camionista all’italiana, razza che emana il fetore subascellare di cui sopra, abbia sbarrata la strada alla seguente dissertazione.
    c’era una volta la federazione, mirabile aggregato nel quale i comunisti di ogni estrazione vivevano felici ogni qualvolta non si presentava un’elezione con listino.
    luogo di confronto e tolleranza estrema nel quale, saltuariamente, poteva trovare posto anche una qualunque peolina borghese.
    arriva carpanelli e ci fa una immensa discarica di merda con decretazione d’urgenza del capo dagoberto.
    cosa devono fare i compagni della prim’ora già fregiati del titolo di uccisori del prodi I?
    come trovare un’altra radura che possa condurre i valorosi al riparo del tirannico farraro che, per una villetta con attico listinato in emilia romagna, è disposto (forse) a vendere i gioielli di famiglia?
    è sopetto arbitrario? è paura ingiustificata? nel mentre, con grosso orgoglio riottoso, i mistici compagni hanno la sensazione di ospitare nel retro un grossimo coso!

  3. i comunisti italiani non hanno mai sostenuto la candidatura di goracci. l’operazione “primarie di coalizione” è stata tutta rifondarola, e fino a 3 giorni fa continuavamo ad urlare che goracci era il nostro candidato presidente. il collegamento secco tra il fallimento della federazione e l’accordo con il pd francamente non ce lo vedo. non credo che possiamo stupirci se comunisti italiani fanno l’accordo, 12 anni fa sono nati proprio per questo motivo, e da quello che vedo in questi giorni starebbero tranquillamente in una coalizione che comprenda anche l’udc, pur di starci.
    il problema oggi mi pare la posizione di rifondazione e la posta in gioco a questo punto è diventata la credibilità di questo partito. personalmente continuerò a crederci fino a quando non lo vedrò scritto che l’accordo è fatto, ma l’atteggiamento degli ultimi giorni oltre ad essere un po’ deprimente appare proprio come una resa.
    chi accusa rifondazione di aver fatto saltare il prodi I, raramente è l’elettore di rifondazione, mentre mi chiedo cosa farebbero il 27 marzo gli elettori di rifondazione se ci fosse veramente l’accordo col pd.

  4. federico santi Says:

    vale quello che era molto chiaro quando rifondazione ha lanciato la candidatura di Goracci (che è ancora in campo tanto che stamattina fa una conferenza stampa per illustrare il nostro programma) era che potevamo usare il nostro simbolo anche senza l’appoggio dei banditi.
    ti assicuro che ad oggi non sappiamo se si può rompere la federazione perchè in TUTTE le altre regioni si è trovata la quadra e quindi i due capoccioni le stanno provando tutte per chiudere ovunque.
    un conto è andare con il simbolo della federazione, un altro andare con il nostro simbolo e un altro ancora è non avere simbolo per niente perchè sull’altare dell’unità della federazione l’umbria è veramente poca cosa a parere loro.
    ciò non toglie che stiamo lottando come i leoni ma l’appannamento mediatico-comunicativo di questi giorni, che il soviet ha così chiaramente individuato, è dovuto a questa immensa difficoltà.
    tutto ciò non può diventare un alibi ne convengo, però un minimo di comprensione per queste dinamiche ce la si aspetta da chi milita da un decennio nel partito.

  5. ummh… vedemo un pò come se sviluppa la faccenna.

    Io sapevo che dentro la Federazione della Sinistra per prendere una decisione si votava a maggioranza dei partiti aderenti.
    Non sarà ora di levarli dalle palle sti stupidarelli del pdci che in Umbria non sono altro che una lista civetta del piddi?

  6. federico santi Says:

    non si vota a maggioranza normale ma a maggioranza qualificata di 2/3

  7. […] puzzo lo avevamo sentito… e la carogna è saltata […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: