Feste della RPMN: la vittoria della battaglia di Stalingrado

Il post di oggi è dedicato al 2 Febbraio, giorno festivo nella RPMN.

Esattamente 67 anni fa terminava la battaglia di Stalingrado, quella che la maggioranza della storiografia descrive come la battaglia determinante e più sanguinosa della 2GM. Gli schieramenti globali vedranno 1 800 000 uomini dell’Armata Rossa contro 1 500 000 dell’Asse (con soldati Tedeschi, Italiani, Romeni e Ungheresi); Alla fine delle ostilità le forze sovietiche conteranno 500000 morti e 650000 feriti, l’Asse perderà circa 1 000 000 di uomini fra caduti, dispersi e prigionieri.

Iniziata il 17 luglio 1942 e protrattasi fino al 2 Febbraio del 1943, la battaglia infuria per 201 giorni consecutivi di scontri  quartiere per quartiere, palazzo per palazzo, e persino stanza per stanza. Al motto “Non c’è posto per noi dietro al Volga“, l’Armata Rossa riesce a resistere agli attacchi del – fino ad allora – invincibile esercito nazista, fino a capovolgere le sorti della battaglia e probabilmente della guerra.

Il progetto di dominio hitleriano e del codardo servo pelato, che mandò a crepare migliaia di soldati italiani, si infranse contro la risoluta determinazione dei gloriosi soldati sovietici, le donne soldato, e di infallibili e leggendari cecchini come Vasilij Grigor’evič Zajcev che col suo fido Mosin-Nagant uccise ben 400 fra soldati, ufficiali e cecchini tedeschi.

Buon 2 Febbraio a tutti!

*leggi il disclaimer nella colonna destra della home prima di lasciare commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: