Aggiornamenti sul terremoto nella RPMN e capoluogo ladrone Marsciano

il borgo di Spina. Fonte foto ilTamTam

Danni consistenti a seguito del terremoto del 15/12/2009 con epicentro nel villaggio di Pieve Caina. I villaggi che hanno subito i danni maggiori da questo sisma anomalo sono principalmente Spina, San Biagio della Valle, Sant’Apollinare, Pieve Caina e Castiglione della Valle (elencati per gravità dei danni subiti). La bella sgrullata di 4.2 Richter è stata seguita da scosse di assestamento di circa 2 gradi. Secondo gli esperti, ancora sorpresi dell’accaduto in una zona considerata asismica, pensano che i movimenti ballerini cesseranno entro 2-3 settimana.

Il borgo di Spina è stato pesantemente lesionato, e ne è stata disposta l’evacuzione precauzionale in questi due giorni; così pure per i borghi di San Biagio e Sant’Apollinare. 500 le persone sfollate, di cui fortunatamente gran parte è stata accolta presso parenti. Circa una 50 i meno fortunati che sono stati fatti alloggiare nei centri di ricovero allestiti al Kiko di Spina e al Frago Pub di San Biagio della Valle.

Oltre ai danni alle abitazioni (su 78 controlli per ora 20 sono state considerate inagibili), vanno registrati danni a strutture pubbliche e ricreative. Inagibili la scuola elementare e materna di Spina, la scuola elementare di San Biagio e la materna di Castiglione, che insieme alle scuole elementari di Papiano e Schiavo non riapriranno domani a differenza delle altre del comprensorio.

Risultano inoltre danneggiati e inagibili il Circolo di San Biagio e il Circolo (alias il Faro) di Castiglione della Valle. Quest’ultimo era stato preso in considerazione come centro accoglienza, ma le lesioni riscontrate lo hanno fatto dichiarare inagibile.

Bene le autorità ed associazioni comunali, supportate a San Biagio della Valle dal Ministro dei popoli della RPMN (alias il Consigliere). Potevano invece francamente evitare la sfilata elettorale le personalità politiche regionali imbellettate e profumate accorse a Spina… ma la tornate delle regionali è troppo vicina per farsi scappare questa ghiotta opportunità.

Si sono mobilitate anche le Brigate di Solidarietà attiva del Partito Sociale, che a San Biagio stanno cercando una tenso struttura da adibire a Circolo ricreativo, in sostituzione dello stabile al momento non agibile. Grandi ragazzi! Dopo San Biagio in Tempera all’Aquila ora un altro San Biagio (non porterà un po sfiga sto santo!?).

Speriamo di sfangarla presto sta situazione.

Viva il Nord di Marsciano, Viva la RPMN!

*leggi il disclaimer nella colonna destra della home prima di lasciare commenti

Una Risposta to “Aggiornamenti sul terremoto nella RPMN e capoluogo ladrone Marsciano”

  1. […] sempre pericolosi del Sant'Apollinare. Alla mezz'ora del secondo tempo Rossini lanciato in …Aggiornamenti sul terremoto nella RPMN e capoluogo ladrone …I villaggi che hanno subito i danni maggiori da questo sisma anomalo sono principalmente Spina, San […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: