Labbro sbrenciato a colpi di statuetta da parte di un matto o immenso regalo politico natalizio?

Dopo che Massimo Tartaglia, matto seguito dal Cim da dieci anni, ha sbrenciato un labbro a silvio a colpi di statuetta, non si parla d’altro negli organi di (DIS)informazione del paese, facendo passare in secondo piano le difficoltà di un premier che da mesi era praticamente all’angolo.

Molto si è detto sulle cause del gesto di questo folle, invidiato da tanti italiani. Le colpe di tutto  sarebbero le manifestazioni a difesa dello stato democratico contro gli abomini legislativi del berluskaiser. Queste idee ed i loro propugnatori, secondo la servitù del nano massone, sarebbero i mandanti dell’atto di uno squilibrato.

Fuor di dubbio invece, che i primi responsabili del pestaggio del nano sono i suoi gorillas privati, esempio puro di incompetenza. Come si fa a non accorgersi di uno, accanto al loro padrone, che fa le prove di lancio della statuetta 4 o 5 volte prima spiaccicargliela in faccia?

Il resto dei capi di stato dei paesi civili, compresa l’Italia prima del nano, affida i servizi di sicurezza dei vari premier a uomini di stato che non permettono condizioni cosi favorevoli ad attentati. Qui i capi della sicurezza hanno un potere decisionale che scavalca le voglie di qualsiasi premier. Dunque qualsivoglia capo di governo non può fare quello che cazzo gli pare, compreso ricevere donnine. Il deficit di sicurezza lo si era visto proprio nella gestione dell’ingresso delle donnine di palazzo Grazioli, che potevano entrare senza alcun controllo.

Nel frattempo i veri attacchi verbali e di istigazione alla violenza li stanno portando avanti ora proprio i servi dello schieramento del nano:

C’è chi, come la russa, che sta proponendo di vietare qualsiasi manifestazione… in quanto istigano alla violenza, oppure come le capre padane che, grazie alla loro “usuale ragionevolezza”, attraverso radio padania usano parole di pace sociale e dialogo, proponendo  il pestaggio di altre persone (ascoltate un pò qui sotto).

E così il buon silvio ha ricevuto in anticipo sotto l’albero un labbro sbrenciato, due denti spezzati e naso rotto. Non un granché come regali, ma senz’altro una boccata d’ossigeno alla sua vita politica.

Benché non sia condivisibile in tutti i punti, ecco la bella l’analisi di Travaglio. Ascoltatevela

*leggi il disclaimer nella colonna destra della home prima di lasciare commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: