Rhythm ‘n Blues con Trasimeno Blues

Ana_Popovic

Ana Popovic 😛

Durante questa settimana, il Soviet Supremo riunito ha partecipato con piacere alle serate del Festival “Trasimeno Blues” 2009 (dal 23 luglio al 2 agosto) (Ecco il programma). I dieci giorni di eventi, che si concluderanno questa domenica (purtroppo aggiungiamo noi), hanno visto calcare la scena i migliori blues men e blues women a livello mondiale.

Chris_Cain

Chris Cain

Tanto per fare due nomi, erano presenti mostri del Blues come Matt Schofield, Ana Popovic (oltre che superba artista anche una gran topa), Jack Bruce & Robin Trower, Chris Cain, Ronnie Baker Brooks e chi più ne ha più ne metta. Vi proponiamo qui alcuni spezzoni di concerto di alcuni di loro (ma li potete trovare tutti sul profilo youtube del Tamtam):

Quella gran topa di Ana Popovic

Ronnie Baker Brook

Quel vecchio lupo di Watermelon Slim & The Workers:

Chris Cain:

La qualità è stata altissima così come la godibilità dei concerti, tutti gratuiti. La sproporzione di budget sicuramente non permette paragoni con il mastodonte di Umbria Jazz, ma quest’ultima, nonostante l’indubbia qualità degli artisti, è stata particolarmente spilorcia per quanto riguarda i concerti gratuiti offerti (per tutti e 10 giorni, le stesse 6 band si alternavano durante la giornata).

Contemporaneamente nel capoluogo ladrone si è appena conclusa la kermesse “Musica per i borghi”, che quest’anno ha visto la straordinaria partecipazione di niente popo di meno che 😆 il “Califfo” e Patti Pravo. Tralasciando il fatto non secondario sulla scelta di questi artisti, i cui ingaggi saranno costati svariate volte di più di quelli di Trasimeno Blues, da sottolineare l’impostazione padronale del festival. All’ultimo spettacolo, conclusosi proprio con l’esibizione di Califano, l’organizzazione ha ben pensato di riservare 400 posti seduti nelle prime file agli sponsors, lasciando la volgare plebe a guardare lo spettacolo da lontano col canocchiale. Da sottolineare anche l’iniziale brillante idea (per fortuna poi caduta vista la scarsa partecipazione e le proteste) di far pagare 100 euri ai gruppi emergenti locali che volevano proporsi per aprire le varie serate.

Vabbé a parte tutto, il Soviet Supremo vi consiglia di gustarvi questo week end finale di Trasimeno Blues. Ne vale veramente la pena.

*leggi il disclaimer nella colonna destra della home prima di lasciare commenti

Annunci

3 Risposte to “Rhythm ‘n Blues con Trasimeno Blues”

  1. 100 euro per suonare a musica per i borghi, davanti a vecchie mummie sedute? Ma dateli a little walter per il sostentamento!

  2. Roberto Bizzarri Says:

    Già, i famosi concerti di alta qualità e ompletamente gratuiti, come detto da (come l’ha chiamato qualcuno su queste pagine) “trottolino ruspolino” dal palco o dintorni in quel di Castello delle Forme e per giunta in pieno silenzio elettorale….
    Magari qualcuno chiederà i bilanci della manifestazione, prima o poi!
    Ci sono stati in passato tentativi di valorizzare i gruppi emergenti locali, quello sì un modo almeno sensato di spendere i soldi pubblici. Parlo di vent’anni fa, anno più anno meno….
    Almeno spero che questo sia stato l’ultimo anno in cui ci propinano l’insulso carrozzone di Musica per i Borghi, gira qualche voce in proposito ma non ci scommetterei.

  3. Elenini Says:

    Allora noi del lago non siamo così malvagi!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: