Noi siamo, dobbiamo essere, democratici sempre in allarme

“Il cammino della democrazia non è un cammino facile. Per questo bisogna essere continuamente vigilanti, non rassegnarsi al peggio, ma neppure abbandonarsi ad una tranquilla fiducia nelle sorti fatalmente progressive dell’umanità… La differenza tra la mia generazione e quella dei nostri padri è che loro erano democratici ottimisti.
Noi siamo, dobbiamo essere, democratici sempre in allarme”.
Norberto Bobbio

Appello ai lettori del blog della RPMN, gli ultimi indegni attacchi di silvio berlusconi alla Costituzione Italiana ed al più basilare dei principi democratici come quello di separazione dei poteri, ci chiama ad una immediata presa di posizione contro l’arroganza dell’ometto assoldato da licio gelli per completare il Piano di Rinascita democratica.

Leggete e firmate qui la petizione di Libertà e Giustizia

Annunci

3 Risposte to “Noi siamo, dobbiamo essere, democratici sempre in allarme”

  1. Mauro Maccioni Says:

    mi sono unito alla protesta come firmatario. spero impedirà il losco gioco del Berluca. ma tanto, qualcuno lo avrà eletto no? con una maggioranza… credo sia utopistico pretendere di far capire una realtà che meno di un anno fa no era ovviamente compresa… dico ovviamente perché le destre hanno trionfato. colpa delle sinistre che sono diventate l’ombra di quel che erano (vedi PD)? si. Colpa delle demenza popolana? SI ANCOR DI PIù.

  2. cristian mattioli Says:

    colpa,mauro, dell’ignoranza mediatica in cui ci hanno piombato schiere di giornalisti inginocchiati e politicanti di bassa lega e altrettanto basso costo pronti a saltare sempre sul carro del vincitore per adorare il padrone del momento salvo poi ravvedersi al prossimo cambio di regime. colpa anche di un pd mellifluo sempre tentato dal compromesso di potere per poi scattare ogni tanto in avanti appena sente appropinquarsi alle labbra del culo la punta della fava del berlusca che glie l’ha fatta ancora una volta.
    colpa del gruppo dirigente da cabaret della ex sinistra arcobaleno che è riuscito a dilapidare un milione di voti governando senza palle e conducendo una campagna elettorale da melodramma piagnucolando per essere stati abbandonati da papà PD.
    come non rimpiangeremo Veltroni e la sua segreteria da segretaria non rimpiangeremo bertinotti ed il suo comunismo da daivano in pelle

  3. Mauro Maccioni Says:

    ipse dixit!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: