Kossiga insegna: servi fascisti contro il movimento studentesco

Dei ratti. fonte: foto espropriata dal sito giornalismo partecipativo.

Roma. Piazza Navona. Eccola qua la vecchia e collaudatissima strategia per cercare di smorzare la protesta studentesca. Il recente consiglio del picconatore kossiga applicato alla lettera (leggi qui cosa aveva detto neanche due settimane fa).

Squadracce di ratti fascisti, fantomatici appartenenti al “blocco studentesco”, in realtà dei trentenni, tutto fuorché studenti, si infiltrano nel corteo studentesco. Pretendono di porsi alla testa del corteo, fino a quel momento apolitico.

Le loro intenzioni sono chiare sin dall’inizio. Le mazze col tricolore già pronte ne sono la testimonianza. Contro il movimento studentesco, al servizio di chi ci vuole spaventati e zitti, come pecoroni chiusi in casa.

Tirando fuori il loro famoso coraggio aggrediscono in 20 un paio di studenti alla testa del corteo che cercano di opporsi alla prepotenza di questi rifiuti.

A queste scene iniziali la polizia, che era sul posto, non fa assolutamente niente… kossiga ed il G8 di Genova insegnano… anzi secondo quanto sostiene Curzio Maltese presente sul posto, sollecitati ad intervenire dicono che si tratta di estremisti di sinistra (ascoltate qui l’intervista).

Sicuro!… degli estremisti di sinistra che si lanciano a picchiare con spranghe col tricolore al grido “duceduce”!

Ma il bello viene dopo. Come si può vedere dal video qui sotto, quando c’è la reazione da parte del resto del corteo studentesco (chi si difende sarà bollato come appartenente ai centri sociali) e le schiere fasciste si sciolgono come neve al sole, scappando e abbandonando il loro camion… beh è proprio in quel momento che la polizia decide di intervenire caricando chi del corteo studentesco aveva contrattaccato i fasci. Il video mostra addirittura che i poliziotti conoscevano almeno una di queste merde squadriste.


Siamo alle solite nel bel paese. Vecchie strategie dei nostri governanti che si ripetono. Qualsiasi dissenso dai diktat del nano massone è vietato!

Tutti in piazza ragazzi! a mandare un chiaro messaggio a questi  parassiti in doppio petto che si nascondono dietro gli squadristi loro servi!

*leggi il disclaimer nella colonna destra della home prima di lasciare commenti

Annunci

8 Risposte to “Kossiga insegna: servi fascisti contro il movimento studentesco”

  1. Bigo, ti prego..vieni alla manifestazione del 14 novembre a roma..abbiamo bisogno di tutta la partecipazione possibile!!

  2. Il sardo rincoglionito l’aveva detto… kossigadamus… cmq tranquilli. sapete dove devono mettersele quelle mazze da baseball, vero? viva l’anarchia, viva i mai domi e mai servi.

  3. Ciao Elenini, vorrei venirci ma ho un corso dal 10 al 14 che non posso mancare. Se posso, vedrò di saltare l’ultimo giorno perché vorrei proprio esserci.

  4. Ciao compagno anarchico,
    Con quelle mazze sventoliamoli come bandiere e ricacciamoli nell’ombra.
    Compagni e Anarchici uniti contro ogni fascismo.

  5. Bigo spero che riuscirai a liberarti…
    Aiutaci a coinvolgere sempre più persone..abbiamo bisogno di tutti, anche dei non studenti..è un problema di tutti!!!

  6. Bigo t’arcordi che festa nel 2002 con i 3 milioni in piazza?

  7. Si, dolci ricordi. Per il nano massone e la prefettura erano 3.000 😆 .
    Il 14 bisogna fa uguale, tocca faglie drizza i capelli trapiantati al nanetto di palazzo chigi.

  8. […] Guardate cosa ha scovato il Soviet tra le foto degli attacchi squadristi a Piazza Navona. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: