Amministrative 2009 a Marsciano: i contendenti piddini alla successione scaldano i muscoli

Il Sindaco uscente Chiacchieroni al Palio dei Somari 2008 con il cappello del rione La Torre (il mio rione… che orgoglio).

Dopo 10 anni di regno, confermato al secondo mandato con un bulgaro 83% dei voti (il sindaco più votato d’Italia per i comuni sopra 15.000 abitanti), Gianfranco Chiacchieroni, per i suoi più affezionati elettori il Re Ruspino Bucciottino, patrono dei fabbricanti di mattoni e palazzinari, è costretto a lasciare il suo scettro.

Ma… secondo il detto “Morto un papa se ne fa un’altro”… già da diversi mesi è iniziata una lotta strisciante all’interno del pd tra i potenziali successori.

Sui temi caldi della Residenza Protetta per Anziani e del Biodigestore di Olmeto si erano infatti già delineate due linee contrastanti all’interno del pd. Una pienamente a favore dell’operato della Giunta ed una, appoggiata dagli altri partiti di maggioranza, un pò più critica.

Tuttavia solo qualche settimana fa ha annunciato in via ufficiale la sua “discesa in campo” Alfio Todini, assessore all’ambiente nella presente giunta comunale. A favore di questo sembra pesare l’appoggio espresso dal sindaco uscente Chiacchieroni – vista anche la stazza imponente di questo.

Nel suo annuncio di candidatura conferma infatti l’intenzione di proseguire sulla linea della passata amministrazione, facendo così dormire sonni tranquilli a palazzinari e mattonai.

Senza nemmeno considerare lo schieramento di centro destra, poiché come già detto la lotta vera per decidere il sindaco sarà all’interno del pd, l’altro contendente sembrerebbe Stefano Massoli, attuale assessore ai trasporti.

Alfio Todini e Stefano Massoli.

Per valutare la forza dei due contendenti bisogna ancora misurare gli appoggi di cui godono. Curioso sarà osservare il comportamento di Rifondazione da poco risvegliatasi da un lungo torpore nelle poltrone della giunta con l’uscita dalla maggioranza nello scorso maggio per le questioni collegate alla Residenza Protetta per Anziani e del Biodigestore di Olmeto meglio conosciuto come il Merdaio.

Uno degli argomenti centrali della campagna elettorale sarà sicuramente quest’ultimo, anche dopo l’approdo in giunta provinciale di un ordine del giorno di rifondazione che la invita ad un’indagine sulle problematiche ambientali derivanti dalle attività di smaltimento di reflui zootecnici del Biodigestore sollevati in questi anni dal Comitato Cittadino Antinquinamento nei paesi di Olmeto e Sant’Elena.

Dalla RPMN si annuncia che chiunque vincerà le elezioni del capoluogo ladrone avrà vita dura e dovrà fare i conti con la Repubblica Popolare Marsciano Nord.

ORA E SEMPRE, MORTE AL CAPOLUOGO LADRONE!

*leggi il disclaimer nella colonna destra della home prima di lasciare commenti

6 Risposte to “Amministrative 2009 a Marsciano: i contendenti piddini alla successione scaldano i muscoli”

  1. I palazzinari avranno comunque vita dura, la crisi edilizia è in arrivo, le case sono troppe e non ci sono soldi per comprarle. Il prossimo sindaco marscianese avrà giusto un abaco per fare due conti, non ci sono possibiltà di investimenti con i mutui che il bucciottino ha prolungato (Do you remember BOC?)

    D’altronde i buffi ci sono, c’è un parcheggio a due piani che doveva ripagarsi con i pedaggi. Ma il parcheggio è sempre vuoto. I marscianesi hanno deciso che non conveniva pagarlo due volte.

    Anche Casapiddu seguirà le primarie, propongo un gemellaggio trasversale. Non abbiamo particolari simpatie, anche se un plauso va fatto a Rifondazione che non conta nulla ma almeno si è tirata fuori da quella triste maggioranza. Anche continuando a non contare nulla, almeno non ci farà incazzare.

  2. Affezionato lettore di Casapiddu… La RPMN ci sta.
    Anche qui non ci sono preferenze di sorta.
    Francamente anche rifondazione ci ha fatto ampiamente girare le palle in questi anni, ma al suo interno sembra ancora esserci qualche compagno non interessato alle poltrone e posti pubblici. Molto… molto pochi in verità.

  3. certo, ormai il posto pubblico a poco serve, in un comune alla deriva…

  4. Ma che strano …Massoli mette in discussione i metodi usati per la scelta del candidato…che strano…strano davvero… e …com’è ?

  5. chiedo venia….solo per caso vengo a conoscere questo spazio di discussione, confronto ..e, anche un po’ (forse) cazzeggio!
    evidentemente sono un cittadino di questo comune poco attento e soprattutto con poco tempo dedicato al web!
    pero’ complimenti! blog simpaticamente maleducato e un po’ irriverente, ma proprio per questo efficace e piacevole!
    e guardate che ve lo dice uno del Pd e soprattutto uno…dello Stato Democratico del Sud! (capoluogo)…cazzeggio un po’ anche io, ok?!
    sarà che nel mio piccolo, militare più di un ventennio fa in quel di Bologna, ero solito frequentare, per esempio, oltre che malfamate osterie e squallidi cinema “dessai”, anche scriteriati negozietti di avanguardia dove acquistavo gli allora ancora per lo più sconosciuti dischi in vinile degli “CCCP Fedeli alla linea”…forse qualche cosa sarà rimasto!…

  6. Ciao Massimo,
    benvenuto nell’angolo di cazzeggio ribelle dal Nord di Marsciano… anche se sei un Democratico del Sud…🙂 .
    Partecipa quando vuoi al nostro cazzeggio (dici bene), nella RPMN non cè censura… solo qualche purga di tanto in tanto!
    A risentirci al prossimo articolo sulle amministrative marscianesi 2009!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: