Beijing 2008: si aprono i giochi

Sono ufficialmente iniziati i giochi di Pechino 2008.

La cerimonia d’inaugurazione è stata, come ci si poteva attendere, molto sborona e commerciale. Un’inaugurazione da vero paese “moderno” e capitalista, insomma.

Degni di nota i 3500 tamburini cinesi sincronizzati e le suggestive riprese aeree e da terra dello spettacolo pirotecnico dinamico che interessava tutta la città di Pechino [Nds: fuochi a forma di orme di piede che mimavano i passi di avvicinamento alle olimpiadi].

I commentatori Bragagna e C. hanno fatto il loro. Quando perdevano il filo ogni spunto era buono per commentare le violazioni dei diritti umani nel paese.

Magari avessero svegliato la loro coscienza di difensori dei diritti umani anche in occasione di Atlanta 1996 e Sidney 2000, quando le democrazie a stelle e strisce e australiana decisero di deportare fuori dalle due città i migliaia di senza-tetto per non turbare l’allegria olimpica.

Bella figura anche durante il passaggio di Israele descritto come un “povero paese martoriato dalla guerra”. Poche ed inutili parole, invece, al passaggio di quei poveri sfigati dei palestinesi.

Somma delusione per chi come me desiderava assistere ad un bel spettacolo propagandistico stile sovietico a base di carri armati, testate nucleari e stelle rosse.

Il partito ha deciso che durante lo spettacolo che ricostruiva sommariamente le tappe più importanti della coltura e storia cinese non doveva esserci menzione del processo rivoluzionario.

Nessuna traccia di un evento che, nonostante le successive e disastrose sbandate del timoniere Mao e del resto della casta politica regnante, ha portato al coinvolgimento volontario di quell’enorme massa umana di contadini cinesi traghettandoli da una condizione millenaria di schiavitù ad una che, se non era certamente il paradiso, era innegabilmente migliore.

I vecchi ideali rivoluzionari vanno messi da parte, quasi fossero pericolosi per l’esistenza del partito/stato.

La società effimera del consumo che si va diffondendo, almeno per la popolazione cittadina, è un mezzo di propaganda e di legittimazione per la dittatura di partito ben più potente dei vecchi slogan.

Questo i burocrati di Pechino lo hanno capito molto bene.

Passando alla sfilata, che ha preannunciato la battaglia per la supremazia delle medaglie tra la superpotenza Usa ed i padroni di casa, non si può negare che tra i più allegri e goliardici ci fossero gli atleti italiani. Quasi si scordassero di vivere nella Repubblica delle Banane, governati dal piccolo imperatore psiconano.

PS: Anche la Repubblica Popolare Marsciano Nord – oscurata da un malevolo stacco pubblicitario – ha partecipato alla sfilata con il suo fior fiore di atleti della squadra di calcio, rugby, scopone scientifico e briscola.

Brutta sorpresa invece per l’intera squadra di arti marziali, squalificata dopo essere stata trovata positiva al test antidoping.

Prima di salire sull’aereo per essere rimpatriati per la purga, il capitano della squadra ha dichiarato alla stampa: “…pensavamo fosse solo una sigaretta!”.

*leggi il disclaimer nella colonna destra della home prima di lasciare commenti

Annunci

3 Risposte to “Beijing 2008: si aprono i giochi”

  1. E vabbe.. Io non lo faccio il post sulle olimpiadi in Cina, e troppo scontato, con i tanti diritti umani che rispetta il “governo” cinese che, ultimamente sta trovando simpatie anche dagli Stati Uniti e Israele beh, Non ci faccio nemmeno caso, le cose ridicole io non le pubblico nel mio blog.
    La Cina secondo me non cambierà di molto.
    Mi basta guardare le gare(se ho tempo) olimpiche che sono le uniche cose che mi interessano veramente alle Olimpiadi!

  2. Non si sono regolati con il totale sorvolo della rivoluzione, però me l’aspettavo, dal momento dell’apertura. Non avrebbero potuto.
    Non avrebbero saputo come.
    Comunque dei maestri…i maestri della polvere da sparo e della sincronizzazione dei corpi.

  3. Questo si.
    Da “artista marziale” apprezzo anchio la loro ricerca del controllo assoluto del corpo e dei movimenti… semplicemente irraggiungibili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: