Il lupo trapianta il pelo e pure il vizio

Come dice l’adagio “il lupo perde il pelo ma non il vizio”, vabbé… forse nel caso dello psiconano bisognerebbe coniarne uno nuovo: “trapianta il pelo e pure il vizio”.

Dopo aver “rimandato” a data da destinarsi l’applicazione del provvedimento “Class Action” [nds disciplina dell’azione risarcitoria collettiva] in difesa dei consumatori, si corre per approvare leggi più importanti. Quelle cioè che evitano al berlusca di finire in galera. All’interno del decreto sicurezza, è stato presentato al Senato il cosiddetto provvedimento “Salva-Berlusconi”.

Le due proposte di emendamento al decreto sicurezza, presentate da Berselli e Vizzini indicano i reati che devono avere la priorità sugli altri nonché la sospensione dei processi penali per atti commessi fino al 30 giugno 2002.

Casualmente, i due emendamenti congelano diversi processi a carico di berlusconi, fra cui il processo Mills [nds corruzione in atti giudiziari].

“Un provvedimento di legge a favore di tutta la collettività e che consentirà di offrire ai cittadini una risposta forte per i reati più gravi e più recenti” ha annunciato silvio. Per meglio dire, quelli che non lo riguardano.

“I miei legali mi hanno informato che tale previsione normativa sarebbe applicabile ad uno fra i molti fantasiosi processi che magistrati di estrema sinistra hanno intentato contro di me per fini di lotta politica.”

E poi aggiunge una dichiarazione su cui siamo tutti d’accordo: “una situazione che non ha eguali nel mondo occidentale”. Difatti, in un paese normale sarebbe in galera da una ventina d’anni.

“vogliono condannarmi – continua il berluskaiser – per impedirmi una futura elezione al Quirinale. È questo il loro obiettivo. Vogliono azzopparmi in vista del 2013″.

Alla sentenza del prossimo Ottobre per il processo Mills, il silvio rischia infatti una condanna dai 6 a 8 anni di reclusione. Questa volta non può pararsi il culo con la prescrizione, prevista per il 2009, e nemmeno con la possibilità cambiare in tempo la Costituzione per poter introdurre il “Lodo Schifani”, legge di impunità per le alte cariche dello Stato, già abrogata nel 2004 dalla Corte Costituzionale per Illegittimità costituzionale.

L’unico che ha per ora dimostrato una ferma opposizione all’atto è il Presidente Napolitano, a cui era stato presentato il DL sicurezza, ma senza i due emendamenti.

E l’opposizione del governo ombra di waltere? non temete ha già annunciato che se il governo continua cosi quelli del PD si arrabbiano di brutto! Brrrrr, che paura!

Intanto abbiamo già visto i grandi risultati del PD in Sicilia, complimentoni la linea del “ma anche” continua a pagare!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: