14 Aprile 2008 – Caporetto II

“Generale! Generale Cadorna! [Waltere! Faustino!] Gli austriaci [i leghisti) hanno sfondato!”

“In quale settore?”

“Tutto il fronte Generale… tutto il fronte…”

Dovrebbe essere stato pressappoco questo il messaggio giunto al Generale Cadorna il 24 ottobre 1917, durante l’offensiva delle truppe austriache conclusosi con la famosa disfatta di Caporetto.

In quei momenti, immagino che il Generale Cadorna, come Walter, ma di più Faustino&C mentre ricevevano i risultati elettorali, fosse abbastanza preoccupato, almeno per la propria carriera. Purtroppo però, erano solo quei poveri disgraziati dei fanti a pagare le peggiori conseguenze della miopia dei capi.

Almeno, dopo la disfatta, il Cadorna fu silurato e sostituito.

Come è stato ampiamente evidenziato, mai nella storia delle Repubblica, e forse anche da prima, escludendo il ventennio fascista, erano mancate del tutto forze socialiste, comuniste, ma anche semplicemente laiche e progressiste negli organi legislativi di questo paese.

Il segnale elettorale inviato ai leader della cosiddetta “sinistra radicale”, è stato chiaro. “Faustino, Pecoraro Scanio, non siete più credibili mandatari delle idee che volete rappresentare quindi fuori dalle palle e lasciate spazio a nuove persone”. Al nord, probabilmente nel ruolo di garante dagli abusi dello psiconano, parte dei vostri elettori hanno preferito votare il mentecatto padano, ci rendiamo conto!?

Quanto ai commenti soddisfatti dei dirigenti del PD per questo 33%, la risposta è che: “siete degli illusi”.

E’ vero, per un verso è il miglior risultato che vi potevate aspettare. Ma per racimolarlo avete raschiato il fondo del pentolone. Avete ottenuto il voto della gente grazie alla filosofia del voto utile e dello spauracchio berlusconi, coptandolo sia dai vecchi elettori antiberlusconiani di centro che da una certa percentuale di elettori che votavano prc, pdci e verdi; escludendo quelli che hanno preferito votare il mentecatto padano o non andare alle urne.

Avete ripreso lo stile cazzaro dello psiconano: “giù le tasse per tutti”. Nonostante ciò non siete riusciti lo stesso a sconfiggere il berlusca. Anche perché nell’arte delle cazzate è imbattibile.

Questo 33% è la fine, non l’inizio di un partito.

Vedremo presto alle elezioni dei prossimi anni, amministrative ed europee, se riuscirete a radunare nuovamente questo eterogeneo gruppo di elettori.

Tutto dipende dal tipo di opposizione che vedremo, anche se, con il “gioco delle ombre” promesso da Walter, si preannuncia fiacchetta già dall’inizio.

Alla vigilia delle elezioni del 2001, Indro Montanelli aveva detto che per far rendere conto agli italiani del bluf-berlusconi, c’era solo bisogno del vaccino. Lasciatelo governare…e tutti avrebbero visto e capito chi e cosa fosse in realtà.

Purtroppo, oltre al vaccino, c’era bisogno di una vera forza di sinistra al governo che in questi due anni non c’è stata.

E’ risaputo che il popolo italiano tira fuori il meglio di se nelle situazioni peggiori. Chissà che, come l’araba fenice risorge dalle sue ceneri, questo cappotto non sia l’inizio di una vera forza di sinistra…chissà…chissà…

NEL MENTRE, TANTO PER GRADIRE, 5 ANNI DI BERLUSKAISER.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: