Braciola di Prosciutto al Pimento

Propongo una sperimentazione nata da un taglio tedesco aromatizzato da una spezia jamaicana.

pimento.jpg

Qui rischio di essere preso per matto, non tanto per l’uso di una spezia, che purtroppo ho conosciuto solo di recente, ma per la dissacrazione del prosciutto, che nella nostra piccola repubblica, e non solo, ha assunto un valore quasi divino.

Veniamo al dunque, per la realizzazione del piatto, ossia della braciola, a meno che non abitiate in germania, dovete recarvi dal macellaio, con una bella saccocciata di euri e comprare un prosciutto, si esattamente, un prosciutto.

Appena il macellaio vi dice che ce l’ha, voi cercate di contrattare il prezzo, e portarlo al ribasso, senno siete voi ad essere cucinati.

Qui cominciano le comiche, preparatevi a vedere le più strane espressioni, deformare il volto del vostro caro macellaio appena gli chiederete di affettare il prosciutto in braciolone di 2 cm di spessore. Si, avete capito bene, lo deve far segare con la sega a nastro in tranci di quello spessore, non fate come il macellaio, non sgranate << l’oculi>>.

braciola-di-prosciutto.jpg

Uscirete dalla macelleria con una bustatona di ciccia suina, e col portafogli alleggerito, ma vi assicuro che ne vale la pena.

A questo punto analizziamo che cosa avete nella busta:

una ventina di braciole, un cartoccio di rifilature e uno stinco, che sarà oggetto di un’altra ricetta.

Mi raccomando, non fate la cazzata enorme di togliere la cotenna!!!! La fetta deve avere cotenna, grasso, ciccia e osso, con andamento più o meno concentrico.

Mezza giornata prima della cottura, le nostre belle braciole devono essere aromatizzate. Gli ingredienti sono sale, pepe bianco ( non esagerate ), peperoncino in polvere ( non esagerate manco con questo), pimento da macinare al momento dell’uso, alloro in foglie.

Il pimento lo potete trovare anche su internet, costa pure relativamente poco.

Spolverate le braciole di sale e spezie macinate, mettetele poi a riposare in una terrina, ponendole una sopra l’altra, intervallando con le foglie di alloro.

Cuocete alla griglia su brace possibilmente di legna, andando molto lenti, per non rischiare di bruciare l’esterno e non cuocere l’interno.

In accompagnamento potete servire patate e mele in agrodolce, che realizzerete mettendo in una padella cubetti di mela (possibilmente quelle verdi asprine) e patata, chiodi di garofano, miele, aceto, acqua, olio e sale.

Non fate mai seccare troppo, aggiungete acqua quando vedete che si asciuga troppo.

Non mi resta che augurarvi Buon Appetito

Al Soviet l’incarico di un abbinamento enologico, ma solo dopo aver provato la ricetta, dato che la spezia è caratterizzante il piatto.

Visto e approvato: Il Soviet Supremo ha approvato l’utilizzo della suddetta spezia Giamaicana, non costituendo un ingrediente conservatore e controrivoluzionario. Data la consistente grassezza e succulenza, nonché struttura, del piatto, come abbinamento si ordina: un rosso tannico e strutturato come il Sagrantino di Montefalco. Se si vuole andare fuori dall’Umbria provateci un “Inferno” della Valtellina, un “Primitivo di Manduria”, di quelli più strutturati, oppure un Aglianico del Vulture dalla Basilicata.

Buona abbuffata!

Annunci

Una Risposta to “Braciola di Prosciutto al Pimento”

  1. 30minuti Says:

    Ciao prova anche questa ricetta, la braciola rinforzata!
    http://30minuti.wordpress.com/2009/03/19/braciola-rinforzata/
    buon appetito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: